Dati relativi ai premi

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Articolo 20, comma 2 – Obblighi di pubblicazione dei dati relativi alla valutazione della performance e alla distribuzione dei premi al personale
2. Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi all’entità del premio mediamente conseguibile dal personale dirigenziale e non dirigenziale, i dati relativi alla distribuzione del trattamento accessorio, in forma aggregata, al fine di dare conto del livello di selettività utilizzato nella distribuzione dei premi e degli incentivi, nonché i dati relativi al grado di differenziazione nell’utilizzo della premialità sia per i dirigenti sia per i dipendenti.

 

“Il premio di produttività è regolato dall’art. 27 del testo unico dei contratti collettivi provinciali del 23 aprile 2003. L’ammontare complessivo del fondo destinato a tale scopo è stato definito dal CCP del 13 giugno 2013 in 4.700.000 euro annui, più ulteriori 200.000 euro riservati all’incentivazione dell’insegnamento dell’inglese nelle scuole primarie. Il fondo è distribuito tra i docenti dal/la dirigente scolastico/a, in quote attribuite con differenziazione individuale sulla base di criteri definiti d’intesa con la RSU di ciascuna istituzione scolastica.
In caso di mancata costituzione della RSU, valgono i criteri definiti in sede di contrattazione decentrata con le Intendenze scolastiche.
Il premio di produttività viene corrisposto annualmente in un’unica soluzione nel mese di luglio o di agosto e spetta a tutto il personale docente con contratto a tempo indeterminato e determinato, incluso il personale assente per malattia, astensione obbligatoria per maternità e distacco sindacale retribuito, come pure al personale utilizzato dalla Provincia. Il premio di produttività assegnato al/la singolo/a docente, escluso il premio individuale per l’insegnamento dell’inglese, non può superare l’importo di 1.400 euro. Il premio di produttività può essere negato o ridotto in caso di non sufficiente produttività portata a conoscenza del personale interessato per iscritto nel corso dell’anno scolastico o in caso di sanzioni disciplinari. Il relativo provvedimento è adottato su parere conforme del Comitato di valutazione.”

 

vedi Amministrazione trasparente della Rete civica